giovedì 19 gennaio 2012

Contorno invernale

Come promesso, ecco una ricetta semplice e veloce da preparare con il Pleurotus ostreatus.

Se si ha la fortuna di trovarli in natura, sarebbe perfetto; possiamo comunque accontentarci di acquistarli dal fruttivendolo o nel reparto ortofrutticolo dei supermercati. 
Dal punto di vista nutrizionale o del gusto nulla cambia, ma è meno entusiasmante l’habitat di “raccolta”.

In questa semplice ricetta non indico per quante persone può essere preparato, essendo un contorno o, al limite, un secondo; se fosse abbondante, si può conservare in frigorifero per consumarlo il giorno dopo.
                                                       Procedimento
Eliminate il gambo dei pleurotus quasi fino all’inserzione del cappello, poi, con una spazzolina morbida, passate tra le lamelle per togliere eventuali granelli o fibre di “sporco”, infine pulite i cappelli con un panno umido.

Preparate una bistecchiera (io normalmente uso quelle antiaderenti) ungendola e spolverandola leggermente con il sale.

Quando è calda (non incandescente!), metteteci sopra i funghi come fossero bistecche, rigirandoli spesso per non bruciacchiarli. Per una perfetta cottura premete con una spatola o con la forchetta sulla parte del cappello dove è stato eliminato il gambo, in quanto lì è più spessa e necessita quindi di una cottura più in profondità.
Continuate per una quindicina di minuti, regolando eventualmente la fiamma, se i funghi tendono a scottarsi troppo.
 
Una volta pronti (io li assaggio nella zona del gambo) li potete tagliare a pezzi o lasciarli interi.

Personalmente li condisco con del buon extravergine d’oliva, sale, un pizzico di mix di erbe aromatiche e peperoncino.

Consumateli ancora caldi.


Ho denominato questo piatto “contorno invernale”, ma è facilmente realizzabile anche nell’ambito di una grigliata estiva: anche se vengono chiamati “Geloni”, troverete facilmente questi funghi al supermercato pure nella stagione calda...


 Stefano Balestreri
Cita questa pagina:

Balestreri, S. (2012. Gennaio).Contorno invernale. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://appuntidimicologia.blogspot.com/2012/01/contorno-invernale.html







7 commenti:

  1. Ciao Stefano,
    ottima ricetta, credo proprio che proverò a cucinarli così.

    Grazie

    Ciao

    Luisa B.

    RispondiElimina
  2. Io calabbrese sono, Il peperoncino non va mai dimenticato...
    E' buono in tavola e anche dopo cena... Mia moglie esperta è!
    Buon appetito e buona digestione!
    Michele di Como.
    (Io abito a Como da 10 anni, ma sono Calabbrese!)

    RispondiElimina
  3. Luisa B. e Michele di Como "Il Calabbrese":

    Grazie, fatemi sapere se vi piaceranno...con poco peperoncino!!!
    Ciao
    stefano balestreri

    RispondiElimina
  4. Natalino di Lodi22 gennaio 2012 14:14

    "Mix di erbe aromatiche..." E' quello che ho fatto, ma il risultato non è stato dei più eclatanti. Devo aver consigliato male mia moglie, dicendole che doveva mettere il mix degli arrosti che sono erbe seccate e grossolanamente macinate.
    Le orecchiette erano buone e piccanti, ma le erbe aromatiche erano forse sbagliate, si sentiva il finocchietto selvatico e la salvia che non legavano molto coi funghi alla griglia.
    Chi ha fatto altre esperienze, me lo dica!
    Io riproverò con il Prezzemolo aglio olio pepe e sale che mischierò coi Pleurotus ostregati e grigliati.
    Quì da me le orecchiette sono diventate rare (colpa del gelo), ma qualcosa cresce ancora sulle rive.
    Ciao, Natalino.

    RispondiElimina
  5. Natalino di Lodi:
    Questa sarà la scelta perfetta:
    ".......Io riproverò con il Prezzemolo aglio olio pepe e sale che mischierò coi Pleurotus ostregati e grigliati."
    Ciao
    stefano balestreri
    PS: Pleurotus ostregati è la varietà veneta? :-)))

    RispondiElimina
  6. Paolo Sinigaglia22 gennaio 2012 22:19

    Io li ho conditi con sale, pepe, aglio, prezzemolo e un goccino di aceto balsamico! molto buoni!

    Peccato aver dovuto scartare i gambi, si possono utilizzare per qualcos'altro?
    Ciao

    Paolo Sinigaglia

    RispondiElimina
  7. Io, i gambi li ho fatti in passato trifolati e vanno bene.
    In altre occasioni li mischio a qualche piopparello o chiodino precedentemente lessato per farci qualche straccetto di pollo o vitello (spezzatino).
    Mio marito, dei funghi che raccoglie lui, non s'è mai lamentato. Speriamo che continui così... almeno su questo!
    Ciao, Mariuccia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...