lunedì 13 febbraio 2012

Idni

Funghi “spinosi”

Imenio di Hydnum rufescens

A differenza dei funghi con imenio a lamelle, tubuli e pori, l’imenio in alcuni generi di funghi è ricoperto da idni.
In micologia “idni” è diventato sinonimo di aculei, spine o dentini sulla cui superficie si sviluppano i basidi portatori delle spore. 
Gli altri caratteri in questi funghi, quali dimensione, forma, struttura, habitat sono molto variabili. Le specie terricole presentano un cappello sostenuto da un gambo. La carne può essere cassante, come quella dello steccherino (Hydnum repandum) o soda come il sughero nel genere Calodon
Sarcodon imbricatum


Alcune specie vivono su legno e possono avere gambo e carne, come nel caso di Auriscalpium vulgare. Pseudohydnum gelatinosum, invece, ha massa gelatinosa a forma di rene, è lignicolo ed è attaccato a mensola sulle cortecce. Alcuni, come Hericium erinaceum, spuntano direttamente dal legno, possono avere carne tenera oppure coriacea e assomigliare a croste o a polipori a secondo dello sviluppo del cappello (Climacodon septentrionalis).
Imenio di Pseudohydnum gelatinosum


Specie molto conosciuta e facilmente rinvenibile è Sarcodon imbricatum, commestibile nei giovani esemplari ed utilizzato in polvere come aromatizzante. 
Gli idni possono essere molto solidi e, in alcuni generi, difficilmente staccabili; per altri, invece, come Hydnum repandumSarcodon imbricatum, è sufficiente un minimo sfregamento o tocco perché vengano asportati.

Tutti questi funghi non rappresentano un gruppo tassonomico esclusivo, ma la presenza degli aculei sull’imenio certamente semplifica la loro separazione dalle migliaia di altri funghi e facilita la prima macroscopica classificazione.

*  Grazie a:  www.claudiopia.it

                                                                                                                   Stefano Balestreri

Cita questa pagina:

Balestreri, S. (2012. Febbraio).Idni. Estratto da AppuntidiMicologia ©

http://appuntidimicologia.blogspot.com/2012/02/idni.html



4 commenti:

  1. Ci sono foto che ti catturano. La bellezza dell'imenio Hydnum rufescens ed i funghetti rivolti alla luna che ci hanno augurato un buon 2012! foto bellissime!
    C'è poi il link che ci collega a Claudio Pia - "Natural Photographer" e li puoi ammirare tutto il resto...!
    Io amo i funghi, ma sono anche un fotografo che ha comunque molto da imparare! Grazie per le idee geniali: controluce, macro, paesaggi, riflessi quasi irreali.
    Complimenti! Matteo Passoni

    RispondiElimina
  2. Ciao Matteo, grazie mille per l'apprezzamento che non nego mi dia soddisfazione. Ho lavorato molto sui funghi in questi ultimi 3 anni, sia con l'approccio classico che fantasioso, sono soggetti che si prestano molto alla sperimentazione e io ne sono innamorato..
    Una buona giornata!!!

    Claudio Pia

    RispondiElimina
  3. Sto tentando anch'io di fare foto di un certo pregio.
    Ho una "CANON Power Shot G12" che mi sta dando delle soddisfazioni (Le macro posso farle a partire da un cm di distanza).
    Ma il Claudio Pia che cosa usa di bello per avere questi risultati?
    Grazie, Dante

    RispondiElimina
  4. Ciao Dante,
    come macchina "tascabile" ho una G10 e ne sono pienamente soddisfatto.
    Il problema è il flash che non è staccabile dalla macchina, ti consiglio quindi di posizionare la macchina BEN appoggiatam fare una meticolosa messa a fuoco e con una pannellino riflettente illumunare il soggetto con la luce ambiente riflettendocela. Il flash in macchina sparerebbe troppo, soprattutto a queste minime distanze. Io uso materiale professionale sia come macchian D300 che come lenti 60/105/200 micro nikon, 15mm fisheye Sigma x le ambientate, 3/4 flash, pannelli, radiocomandi ecc. RESTO convinto che tu abbia un'ottima macchina (la reflex è un'altra cosa sia chiaro) che con la giusta tecnica puoi sfruttare bene.
    La foto del link http://www.facebook.com/photo.php?fbid=1400811952047&set=a.1400811712041.51965.1584757486&type=3&theater è fatta con la G10, cosa ne pensi?? Considera anche che i flash NIKON riescono a lavorare tramite un radiocomando anche con la G10, qui un esempio di foto TUTTE con G10 ed il Nikon SB-800 http://www.facebook.com/media/set/?set=a.2138000861309.119166.1584757486&type=3

    Cosa ne pensi???

    Fammi sapere..

    Cloude
    www.claudiopia.it

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...