giovedì 15 marzo 2012

Cosa sono i funghi?

 
Carpofori di Cortinarius violaceus
Rileggendo i vari post di AppuntidiMicologia mi sono reso conto di aver dato per scontato un’informazione fondamentale, cioè cosa sono i funghi, per cui non ho mai riservato un post che lo spieghi. Chiedo venia e, nello stile divulgativo che contraddistingue questo Blog, cercherò di porre rimedio in modo semplice e chiaro.

Apprezzati in cucina, temuti come veleni, ammirati per le loro forme e per i loro colori, in realtà i funghi non sono altro che i "frutti" (meglio chiamati carpofori), di quelle forme di vita per lo più invisibili ai nostri occhi, in quanto nascoste, ma che formano una cortina di microscopici filamenti, le ife, che, disposti uno sull’altro, costituiscono il micelio, ossia il corpo vegetativo, il fungo in persona!
 
I funghi che troviamo tra le erbe, nel sottobosco o sui ceppi, dalla forma più classica a quella che ricorda i coralli, le spugne o una mensola, sono dunque dei frutti di una pianta che in realtà pianta non è... vivendo come parassiti (cioè parzialmente o totalmente a spese di un altro individuo), come saprofiti (cioè a spese di sostanze in decomposizione) o in simbiosi (cioè con scambio reciprocamente vantaggioso con altri individui).
Ife miceliari e carpofori

I funghi hanno la funzione riproduttiva (tramite le spore) permettendo così la continuità della vita. Per noi hanno una funzione più utilitaristica: l’alimentazione e non solo…

Che questi organismi non siano minerali o animali è intuibile, è meno evidente che non siano neppure vegetali. Per le numerose peculiarità, sono stati inquadrati in un regno "tutto loro", appunto: il Regno Fungi.

Organismi complessi ed importantissimi per l’ecologia dei diversi habitat, si nutrono di sostanze organiche già elaborate da altri esseri viventi.
Carpoforo di Calocera viscosa

Grazie alla loro grande biodiversità, alla loro capacità di adattamento e alla produzione di enzimi diversi, i funghi possono colonizzare un’infinita gamma di ambienti.
Sono un vero e proprio tesoro rappresentato non solo dalle specie più appariscenti,        ma anche da forme microscopiche, invisibili ed apparentemente “insignificanti”.

Tra le tante forme di vita che garantiscono la sopravvivenza del Pianeta, i funghi, sia quelli commestibili sia quelli velenosi per l’uomo, hanno un ruolo da veri protagonisti.

Stefano Balestreri
Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2012. Marzo).Cosa sono i funghi?. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://appuntidimicologia.blogspot.com/2012/03/cosa-sono-i-funghi.html
 

6 commenti:

  1. Alessandro Vitale15 marzo 2012 20:54

    Ma la nuova nomenclatura non rinnova il vecchio termine carpoforo in sporoforo?
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie della tua precisazione!
      Purtroppo è il limite della trattazione di argomenti complessi riportati in modo "divulgativo" e che poi difficilmente verrebbero letti da tutti.
      Avrei anche potuto scrivere di basidiocarpi e ascocarpi di micelio primario e secondario e tante altre "finezze".
      Il messaggio che cerco di dare alla maggioranza dei lettori è quello che si può approfondire la micologia rendendola piacevole anche ai non addetti ai lavori.

      Ritornando alla tua domanda, penso che i termini siano da intendendersi come sinonimi.

      Grazie della tua attenzione, vuol dire che i post li leggi!!! :-)))
      A presto!!!
      stefano

      Elimina
    2. Paolo Sinigaglia16 marzo 2012 09:01

      Ma tanto lo sanno tutti che i tassonomi sono frustrati :P

      Elimina
  2. Paolo Sinigaglia:
    Fanno "semplicemente" il loro compito, magari complicando un pò la vita anche a noi micologi.
    L'importante alla fine è intendersi e capirsi anche con termini differenti o nuovi ma che, alla fine, riportano alla stessa entità.
    Ciao
    stefano balestreri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo Sinigaglia17 marzo 2012 14:25

      verissimo, ma a volte sembra che abbiano un non so che di sadismo nel dare i nomi o nel cambiarli spesso e volentieri :P

      Elimina
    2. Paolo,
      prendiamola positivamente...è un bell'esercizio mnemonico, ci aiuta a tenere il cervello più elastico ;-))
      Ciao e grazie
      stefano

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...