lunedì 5 marzo 2012

Genere Russula

Un amico mi ha domandato perchè non ho ancora inserito post sulle russule.
La mia risposta: semplice, non le conosco, o meglio, parecchie specie mi fanno impazzire nella determinazione per i molti caratteri simili tra loro. Come genere è molto facile da inquadrare e poiché non vi sono specie mortali o altamente tossiche, la mia pigrizia ad approfondire esce alla grande. Inoltre i micologi ci mettono del loro, creando ed inquadrando nuove specie e varietà, il che non aiuta!

 
Il genere Russula comprende più di 350 specie, appartenenti ai basidiomiceti. I cappelli delle specie più grandi possono misurare fino ai 20 cm di diametro. Gli stessi possono essere asciutti, viscidi, pruinosi, vellutati, verrucosi (R. virescens), glutinosi, areolati e molto variopinti, con notevoli variazioni intraspecifiche (R. cyanoxantha). Le lamelle sono generalmente bianche, bianco crema fino al giallino (R. aurea) e risultano adnate (attaccate-annesse) al gambo o sinuate (ondulate), in alcune specie leggermente decorrenti (R. cloroides). Possone essere spaziate o molto fitte. Hanno spore in massa dal bianco al giallino (leucosporei).
Russula cyanoxantha

Caratteristica principale del fungo è la rottura cassante, cioè netta, simile alla frattura di un gessetto, dovuta alla presenza degli sferocisti, cellule di forma sferica che compongono la carne. L’esempio migliore? Spezzate un pezzo di polistirolo e capirete ciò che succede.


Sono funghi omogenei (la carne del gambo continua nel cappello). Caratteristica microscopica di tutto il genere è quella di avere spore verrucose, aculeate, crestate o reticolate.
Altra caratteristica determinante è il sapore che può variare dal nullo all‘acre piccante. Molti affermano che le specie a carne dolce siano commestibili, ma personalmente eviterei queste scelte affrettate, specialmente su russule non determinate. Evitiamo comunque l’assaggio se non si è certi che si abbia tra le mani una russula!!!


Anche gli odori sono molto particolari (miele, mandorle amare, pesce, geranio, crostacei, frutta, ecc.) e determinanti ai fini della classificazione.
Essendo funghi simbionti, li possiamo trovare in tutti gli habitat. Non vi sono specie lignicole.
Tra le specie tossiche vanno ricordate: Russula emetica, R. queletii, R. sardonia e R. foetens (disturbi gastroenterici).
Molte specie sono commestibili ed alcune molto ricercate per la loro bontà: R. cyanoxantha, R. virescens, R. vesca, R. mustelina, R. aurea ed altre.


Ecco, ora ho rotto il ghiaccio e, prima o poi, qualche post sulle russule dovrò pubblicarlo, anche perché questa scheda tecnica sarà indigesta ai lettori meno informati sul mondo dei funghi.

Stefano Balestreri
Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2012. Marzo).Genere Russula. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://appuntidimicologia.blogspot.com/2012/03/genere-russula.html
 

4 commenti:

  1. Sono un po' curiosa.
    Il termine "russula" è nato perché i primi funghi esaminati erano di color rosso o perché sono stati trovati e classificati in Russia?
    Non vorrei pensarlo (ma lo faccio solo in privato) che i primi micologi li abbiano scoperti di notte.
    Nel sonno, hanno potuto così sentire il loro "ronfare" (russare). Da qui il nome !!!
    Ciao, Mariuccia di Cremona

    RispondiElimina
  2. M. di Cremona:
    Hai mai pensato di aprire un blog?
    Avresti molti argomenti divertenti ;-)))
    Se il tuo ragionamento tiene, allora i Cantharellus cantano, i Tuber tubano e le Gyromitra girano...armate...
    Buonaserata.
    Stefano

    RispondiElimina
  3. Ottima risposta alla sig.ra Mariuccia!
    Ho riso per mezz'ora!
    In questo Blog si leggono a volte commenti simpaticissimi.
    La novità è che anche il Bloggista all'occorrenza sa fare la sua parte! E' un'idea veramente buona... trovare le radici etimologiche dei nomi dei funghi in chiave burlesca.
    Ciao .. Walter

    RispondiElimina
  4. Walter:
    Non ho capito se faccio + ridere come blogger o come micologo...
    Comunque grazie ;-)))
    ciao
    stefano

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...