lunedì 19 marzo 2012

Ispettore micologo

Chi è costui?

Alcune persone mi hanno contattato chiedendo informazioni sui compiti ed il ruolo del Micologo. Cercherò di spiegarlo brevemente, come è nello stile di AppuntidiMicologia,

L’ispettore micologo è la figura di riferimento negli Ispettorati Micologici pubblici, la persona che, nell’ambito della pubblica amministrazione, si assume la responsabilità di giudicare la commestibilità dei funghi destinati al consumo personale o al commercio, ricoprendo la carica di Pubblico Ufficiale.

Il Micologo pubblico è in possesso di attestato abilitante, rilasciato dalla Regione o dalla Provincia Autonoma, è iscritto nei Registri regionali e nazionale ed espleta l’attività esclusivamente nell’ambito pubblico.

I micologi acquisiscono le necessarie conoscenze dopo un corso di durata non inferiore alle 240 ore (attestato di Micologo ai sensi del D.M. 689/96). Tuttavia questa figura professionale necessita di costante e continuo aggiornamento per poter svolgere serenamente, con competenza e professionalità le proprie mansioni in un campo che non è certo privo di insidie.

*Ruoli e compiti
L’Ispettore micologo certifica i funghi raccolti dai cittadini consumatori e le specie da immettere sul mercato, anche presso le stesse aziende commerciali, valutandone pure l’igienicità.
Negli interventi, come consulente, in casi di intossicazione, si attiene a protocolli/procedure per formulare una risposta certa e sicura ai medici di Pronto Soccorso, segnalando, se necessario, eventuali notizie di reato alla competente Autorità Giudiziaria.

*Mi permetto alcune considerazioni personali
La crescita del mercato globale ci porta sempre più spesso ad affrontare nuove situazioni, avendo a che fare con l’importazione di funghi di cui, a volte, non si ha conoscenza né della loro esistenza né del loro possibile consumo.
Purtroppo anche l’incremento del consumo delle cosiddette “smart drugs”, tra cui rientra l’uso voluttuario dei funghi allucinogeni, genera richieste di consulenza da parte della Pubblica Sicurezza per la determinazione dei funghi sequestrati. 
 
Mi chiedo: a seguito di queste novità e dei continui cambiamenti nella nostra società, l’attuale preparazione dei micologi è ancora sufficiente?
Pensiamo alla microscopia, a quale aiuto può dare nella determinazione dei funghi in caso di avvelenamenti. Quanti sono i micologi in grado di effettuare approfondimenti così impegnativi con l’attuale formazione?

Secondo il mio parere, la formazione dovrà essere più specialistica, con nuovi percorsi formativi e approfondimenti.
A titolo di esempio, i Master universitari in Micologia per l’approfondimento e lo studio innovativo delle problematiche alimentari legate ai funghi (Università di Bologna), propongono una buona offerta formativa, ma la normativa sulla figura del Micologo purtroppo è ferma al 1996!!!
Stefano Balestreri
Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2012. Marzo).Ispettore micologo. Chi è costui?. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://appuntidimicologia.blogspot.com/2012/03/ispettore-micologo.html
 







12 commenti:

  1. Complimenti, come sempre molto preciso!
    Davvero complimenti!

    firmato, un iuspettore micologo!!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandro:
      Grazie, sempre molto buono!

      Speriamo qualcosa cambi nella formazione, ormai è ora.
      ciao
      stefano

      Elimina
    2. Hai ragione da vendere sulla preparazione dei micologi.Mi chiedo quanti di loro si prenderanno la briga di conoscere i nuovi nomi, che non sono solo parole ma sottintendono un metodo di classificazione e di studio diverso...e il microscopio, nella situazione attuale, credo proprio che sia ritenuto perfino superfluo!
      Ciao Stefano.

      Elimina
    3. Hai ragione da vendere sulla preparazione dei micologi.Mi chiedo quanti di loro si prenderanno la briga di conoscere i nuovi nomi, che non sono solo parole ma sottintendono un metodo di classificazione e di studio diverso...e il microscopio, nella situazione attuale, credo proprio che sia ritenuto perfino superfluo!
      Ciao Stefano.

      Elimina
  2. E' nel bosco che inizia la determinazione, continua poi con lenti, taccuino e libro, possibilmente in loco (se c'è il sole è meglio). La macchina fotografica è sazia.... Il micologo si sazierà in serata...!

    RispondiElimina
  3. Danteroc:
    A te chi ti sazia?
    Sempre con la voglia di imparare ed approfondire.
    Ciao, continua così.
    stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio vero! quando ho letto il commento di Dante, l'ho subito visto col suo taccuino, serio e composto tutto preso dalle sue osservazioni! Ciao, Ragazzi -18!!!

      Elimina
  4. ...sarebbe bello che fossero tutti assetati di conoscenza come il nostro Dante, sicuramente diventerà presto un buon micologo, questo è il mio augurio.
    Ricordiamoci che per raggiungere questo traguardo occorrerà una vita di studi, inoltre il traguardo sarà solo l'inizio di un'apprendimento senza confini.
    Buona conoscenza a tutti ciao .. lucio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucio ne sai qualcosa, vero??? Una vita passata dietro i "legnacci" e le "crostacce", ma che soddisfazione avere la tua collezione e le tue conoscenze!

      Elimina
  5. Gent.mo sig. Lucio. Mi dici che sono assetato di conoscenze...
    Sin dai tempi scolastici, ogni materia era resa facile o difficile, affascinante o ripugnante dal professore che la insegnava.
    Anche tu mi stai insegnando molto!
    Un grazie a tutti voi, miei professori.
    Dante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici il vero anche tu, Dante. E con Stefano e Lucio è facile imparare perchè sono appassionati e trasmettono amore per la conoscenza.

      Elimina
    2. Oretta!!!
      Sempre prodiga di commenti e complimenti.
      A presto.
      Stefano

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...