lunedì 11 marzo 2013

Genere Lepiota

                                Lepiota cristata                      © A. Boffelli
Faccio subito una netta separazione lasciando da parte, per il momento, tutte le Lepiota di grande taglia (Macrolepiota: cm. 40 Ø x 40 h!) che vengono correttamente considerate un genere a sé stante.
Lepiota felina
Parliamo quindi di piccole Lepiota, che sono rappresentate da circa un’ottantina di specie. 

Per non creare grosse aspettative ai micofagi-padellatori, segnalo subito che tutte le specie sono da scartare, perché molte sono fortemente tossiche ed alcune mortali!!! (L. helveola, L. brunneoincarnata, L. josserandii ed altre causano sindrome falloidea). 

Quindi, per evitarle, risulta necessario inquadrare e memorizzare almeno le caratteristiche generali e comuni al genere.
                         Lepiota brunneoincarnata

Eterogenei, sono di dimensioni piccole (massimo cm.12 Ø x 12 h) o molto piccole.
Per le specie più piccole (cm. 1 Ø x 3 h) sarà necessario almeno l’ausilio di una lente d'ingrendimento per studiarne i caratteri determinanti, quali le ornamentazioni (squame e verruche) sul gambo e sul cappello. 

Sui gambi sono sempre presenti “decorazioni” e, in alcune specie, anelli più o meno sviluppati.
Lepiota subincarnata=josserandii

Di contro, per chi vuole approfondire e conoscere le specie, auguro da subito buon divertimento: sono funghi interessanti, ma molti di essi classificabili solo dopo l’utilizzo       del microscopio e di reazioni colorimetriche con reagenti chimici.
Lepiota clypeolaria
Hanno gambi slanciati, con base più o meno bulbosa o clavata. Sono tutti funghi terricoli.

Sulla commestibilità abbiamo già detto: sono da scartare, vista la presenza di specie mortali.
A questa breve e generica descrizione seguirà prossimamente la presentazione di alcune specie interessanti.

*Tutte le immagini sono di ©  A.Boffelli
Stefano Balestreri


Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2013. Marzo).Genere lepiota. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://www.appuntidimicologia.blogspot.com/2013/03/genere-lepiota.html

2 commenti:

  1. Che belle queste foto di lepiote!
    Vedendo le erbe o le foglie in terra, si capisce quanto questi funghetti siano piccoli !
    Con quali funghi potrebbero essere confusi visto il loro periodo di crescita?
    ... ovvero, quali rischi di confisione con altre specie corre il "micofago-padellatore" come da voi chiamato?
    Battista di Bergamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi....
      Secondo il mio modesto parere possibilità di scambio/confusione non ce ne dovrebbero essere, ma il raccoglitore frettoloso potrebbe raccogliere le piccole Lepiota mentre raccoglie i Marasmius oreades (le famose Gambesecche).
      Grazie, comunque nel dubbio ci sono gli Ispettorati micologici e i gruppi micologici.
      Ciao e grazie

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...