lunedì 6 maggio 2013

Agaricus arvensis


                                 Agaricus arvensis                 © A. Boffelli
Trovarne quattro o cinque esemplari di taglia XL riempie di gioia… oltre al cestino.

È il prataiolo per eccellenza, chiamato anche “prataiolo maggiore” per le sue dimensioni. La denominazione scientifica è significativa: Agaricus = campestre; arvensis = campo arato. Più prataioli di così!!!

Ha il cappello che raggiunge anche i 20 cm di diametro, bianco, di aspetto setoso,  inizialmente emisferico, poi convesso, appianato al centro e con margine fioccoso. Alla manipolazione (tocco e/o strofinio) tende fortemente all’ingiallimento e, col tempo, anche al bruno rossastro.

Il gambo, che manifesta le stesse variazioni alla manipolazione, è cilindrico o leggermente clavato; presenta un anello la cui parte sottostante, quando è ancora annessa al cappello, ricorda una ruota dentata che, con la crescita del fungo, ricade sul gambo.
Anello a ruota dentata in A. arvensis © S. Balestreri

L’imenio è formato da lamelle con colorazione dal grigio chiaro, nei giovani esemplari, fino al cioccolato negli esemplari maturi. Questa variazione è dovuta alla maturazione in massa delle spore.

La carne è bianca ed emana un piacevole odore aniseo.
Questo fungo è presente nei prati già in questo periodo, dopo i primi temporali, fino all’autunno.

È un buon commestibile, ma occorre prestare attenzione ai temibili sosia: nello stesso habitat si possono trovare prataioli tossici (Agaricus xanthoderma) e la mortale Amanita verna.

Non si deve rischiare: un salto agli Ispettorati micologici delle ASL o ai gruppi micologici locali è sempre consigliabile!
Stefano Balestreri
Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2013. Maggio).Agaricus arvensis. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://www.appuntidimicologia.com/2013/05/agaricus-arvensis.html

4 commenti:

  1. Quest'anno non ho fortuna....
    Ho fatto un giro qui a Lodi, morire se ne trovo uno.
    Ma non sono primaverili?
    Ciao, Natalino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.
      Che dirti: pazienza o... chi cerca trova ;-)
      Vedrai che con tutta questa pioggia non sarai deluso.
      Poi, a Lodi è pieno di prati!!!
      Saluti
      stefano

      Elimina
    2. comr dice un vecchio detto chicerca trova ma se non ci sono non li trovi si cerca in un altro posto . ciao emilio

      Elimina
    3. Ciao, vedo che ormai sei super operativo!!!
      Tutto funziona perfettamente?
      :-)
      ciao
      stefano

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...