lunedì 14 luglio 2014

Tuber aestivum

 Scorzone, Tartufo nero estivo

          Tuber aestivum       S. Seghezzi

Sembra proprio la sua annata ...fino ad ora!
La convinzione ci viene dalle foto di abbondanti raccolte postate su Facebook da Stefano Seghezzi e Giuseppe Micieli, cari amici tartufai. 

Naturalmente i due non sono soli: hanno lo “strumento” vincente per la raccolta dei Tuber, Dolly e Maya, una bianca e l’altra nera, Yin e Yang, l’unione perfetta.

          Stefano e Dolly                             Giuseppe e Maya
Veniamo al fungo. Lo Scorzone ha l’aspetto del Tartufo Nero invernale (Tuber Melanosporum), ma ciò non basta a renderlo altrettanto pregiato.

L’aestivum è un buon tartufo, ma non ha la stessa raffinatezza del “cugino”: il suo profumo è meno intenso ed avvolgente, ricorda molto quello dei porcini freschi e maturi al punto giusto, cioè la fragranza del bosco, mentre al palato il suo gusto è delicato.


La superficie esterna (peridio) è spessa e si presenta con verruche piramidali di colore nero-bruno. 

Il nome volgare “Scorzone” deriva proprio dalle caratteristiche della “scorza”: spessa, grossolanamente verrucosa e dura.

Al taglio, la polpa matura tende ad un giallo scuro-brunastro, percorsa da venature più chiare.
Le dimensioni variano da quelle di una noce fino ad esemplari over-size di un chilo ed oltre.

Questo Ascomicete, cresce sia in terreni sabbiosi che argillosi, in boschi di latifoglie, ma anche nelle pinete, da fine maggio a settembre. 
Ha la caratteristica di svilupparsi appena sotto la superficie del terreno, a volte emergendo, facendosi trovare pure da noi umani.

Il Tuber aestivum è un tartufo resistente, perciò si conserva più a lungo rispetto alle altre varietà.

In cucina viene utilizzato per preparare svariati e gustosi piatti, ma anche come ingrediente per la produzione di insaccati e di salse.
Ha il pregio di avere un prezzo abbordabile, anche nei periodi di raccolta più scarsi. 
Stefano Balestreri
Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2014. Luglio).Tuber aestivum Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://www.appuntidimicologia.com/2014/07/tuber-aestivum.html

5 commenti:

  1. Kg. 1,397 ..... nell'ultima foto!
    A chi devo telefonare per farmene dare qualcuno da assaggiare?
    Grazie,
    Dante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene, dovrò telefonarti ... anche perché mangiarne troppi, possono far male....
      Io sono disponibile alla salvaguardia della vostra salute ! ! !
      Ciao

      Elimina
    2. Belle foto complimenti come mi piacerebbe vivere queste emozioni mi potete indirizzare,mi piacerebbe conoscere i 2 sedicenti tartufai.......

      Elimina
    3. Ho l'impressione che uno dei due lo conosci bene...sopratutto il suo cane!!!!
      Monello! :-)
      Ciao
      Stefano Balestreri

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...