lunedì 22 febbraio 2016

Gian Battista Bertelli

          Cortinarius praestans     © G.B. Bertelli

È in questo ultimo periodo che in diversi Gruppi di micologia, su facebook, è apparsa,  postata da Aldo Bertelli, una serie di bellissime, raffinatissime e perfette tavole raffiguranti diversi specie di funghi.

Stupito, ma anche a seguito dei tanti commenti entusiastici, ho chiesto ad Aldo la possibilità di pubblicare qui almeno una tavola, vista la stagione, di Hygrophorus marzuolus, al fine di far conoscere e condividere con i lettori di AppuntidiMicologia tanta bellezza.
La risposta di lì a poco.

Ciao Stefano, premetto che le illustrazioni sono state fatte da mio padre. Tra le tavole che fino ad ora ho passato allo scanner, circa 130, il fungo richiesto non c'è, ma ne ho altre 300 circa da visionare e penso ci sia, ma credimi è un lavoro veramente lungo e non so quando terminerò tutto l'inventario.
Saluti Aldo Bertelli

                    Russule    © G.B. Bertelli
Che figura scambiare Aldo per suo padre! Ma anche: che pelle d’oca alla lettura del messaggio che mi informava del cospicuo patrimonio artistico-scientifico che il genitore gli aveva lasciato in eredità! E pensare che ancora oggi sfoglio il mitico “Tomasi” o più precisamente “I Funghi Velenosi” Tossicologia Micologica terapia clinica ed. Edagricole di G. D’Antuono e R. Tomasi, sapientemente illustrato da 36 tavole a colori di Gian Battista Bertelli.

Oltre a quelle meravigliose illustrazioni non ho mai visto altre realizzazioni dell’artista. 
Ammetto che dopo questa figuraccia sono partite da parte mia le “ricerche” di approfondimento ed ecco cosa ho trovato in rete: una bellissima intervista realizzata presso lo studio del Bertelli il 2 dicembre 1999 di cui riporto esclusivamente la parte relativa ai fughi.

Rimangono solo i funghi...

Ecco, certo, come angolo “privato” coltivo questa passione, iniziata già quando lavoravo per la “Domenica del Corriere”: mi ero messo in contatto con Arietti per documentarmi per un cartellone sui funghi. 
Mi aveva dato un suggerimento sulle specie principali da rappresentare, sia nel campo degli eduli che in quello dei tossici... e questa era stata l’occasione per avvicinarmi alla sua fornitissima biblioteca. Quando ho visto quelle vecchie pubblicazioni sui funghi, mi sono reso conto che si poteva far di meglio. 
È iniziata così un’altra sfida. Non appena avevo un attimo di tempo, andavo sui Ronchi e cercavo dei funghi. 
          Amanita muscaria      G.B. Bertelli ©
Quindi ho iniziato a frequentare il circolo micologico e ho iniziato a disegnarli... e così, una tavola oggi, una tavola domani, sono arrivato al ragguardevole numero di... di cinquecentocinquanta tavole, in buona parte ancora da finire, anche perchè ho fatto in modo di fornire un panorama del fungo dalla nascita fino alla piena maturazione, documentando le varie fasi di sviluppo e utilizzando per quelli molto variabili di colore la maggior quantità possibile di colorazioni. Quando ho preparato il volume per la Edagricole di Bologna avevo fatto un certo numero di tavole delle varie specie tossiche, poi integrate nella seconda edizione, con altre tavole... ora ho “solo” i funghi che ogni tanto prendo in mano... anzi proprio oggi mi hanno chiesto di mettermi in contatto con il Museo di Scienze Naturali per non so che cosa... sempre in attività insomma .... fortunatamente mi sostiene la vista... pensi che uso ancora le stesse lenti che ho dovuto mettere nel 1972, quando lavoravo al binoculare.... per un illustratore avere ancora la vista buona e la mano ferma... è un’opportunità notevole per continuare a lavorare... anche se fra due mesi compio settantotto anni....

Dalle parole e dalle opere di Gian Battista Bertelli si comprende che è stato un attento osservatore e un pregevolissimo riproduttore di quanto la Natura ha messo a sua disposizione.

Non mi resta che ringraziare Aldo per la diffusione delle opere del padre, anche a nome di tutti gli appassionati di micologia. 
Stefano Balestreri


Cita questa pagina:
Balestreri S.. (2016 Febbraio) Gian Battista Bertelli. Estratto da AppuntidiMicologia ©






6 commenti:

  1. Stefano, ammiro sempre di più il tuo lavoro e la cura che ci metti per far conoscere uomini e cose. Senza la tua passione, mai avrei scoperto i Bertelli, padre e figlio. Adesso corro a chiedere l'amicizia a Aldo. Grazie di cuore a te e a tutti coloro che si sentono privilegiati per amare così la Natura.

    RispondiElimina
  2. Sergio Margutti22 febbraio 2016 21:17

    Stefano, che dire… una vera meraviglia! Devo dire che queste tavole sono molto meglio dell’iconografia di tanti libri.

    Ciao e grazie, Sergio.

    RispondiElimina
  3. Grazie, Stefano, per questa nuova pagina di particolare bellezza ed interesse che ci avvicina al "Regno dei Funghi" attraverso l'opera pittorica di un grande maestro. Le immagini sono semplicemente stupende e di notevole effetto

    RispondiElimina
  4. Grazie dei vostri commenti che segnalerò ad Aldo Bertelli. Effettivamente ci troviamo davanti a delle opere di un grande Maestro.
    Ciao
    Stefano

    RispondiElimina
  5. Un grazie particolare a Stefano Balestreri, che ha saputo con maestria descrivere e corredare con pregevoli tavole il lavoro certosino di mio padre.
    Un grazie sentito anche a Oretta Muzzi - Sergio Margutti e Angelo Miceli per aver apprezzato il lavoro di un Grande illustratore scientifico.
    Un carissimo saluto Aldo

    RispondiElimina
  6. Disegni di straordinaria bellezza e fedeltà. Complimenti!!!
    V.G.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...