lunedì 8 febbraio 2016

Hygrocybe viola

Hygrocybe viola  Geesing & Bas.

Hygrocybe viola   © Massimo Biraghi 

È un fungo apparso in questi giorni su facebook, grazie all’amico Massimo Biraghi del Gruppo Micologico di Gera d’Adda, in concomitanza con il precedente post di AppuntidiMicologia su Laccaria amethystina e, ancora una volta, mi son fatto attrarre da quel raffinato colore viola che lo contraddistingue.

In natura Hygrocybe viola cresce sicuramente meglio che su facebook, ma è molto più rara. Infatti necessita di terreni acidi in nicchie molto umide, tra i muschi, in boschi di latifoglia di pianura e poi… di essere vista.

Lamelle, particolare  © M. Biraghi
Infatti è un piccolo fungo, in letteratura viene riportata una dimensione del diametro del cappello di 10 mm, misura veramente piccola.

Il cappello inizialmente è emisferico, poi piano-convesso, sempre ombelicato al centro e igrofano. 

L’imenio è formato da rade lamelle adnate al gambo, talvolta forcate e con presenza incostante di lamellule appena accennate. 

Il gambo risulta liscio, cilindrico, senza particolari decorazioni.


Su AppuntidiMicologia ho già trattato altre specie del Genere Hygrocybe: Hygrocybe calyptriformis, Hygrocybe psyttacina, funghi che mi affascinano per i loro colori e le forme delicate, ma Hygrocybe viola è veramente un gioiello e se si ha la fortuna di scovarlo è da custodire gelosamente.


Stefano Balestreri



Cita questa pagina:
Balestreri S.. (2016 Febbraio) Hygrocybe viola. Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://www.appuntidimicologia.com/2016/hygrocybe-viola.html





4 commenti:

  1. Stefano...
    Ne sai una più del diavolo...!
    Hygrocybe viola non è riportato né sul "Cetto" né su Atlante fotografico dei Funghi d'Italia.
    Magari in passato era noto con altro nome...???
    Un grazie anche a Massimo Biraghi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro,....mi tieni sempre sulle corde....
      Consulta qui: Flora Agaricina Neerlandica Vol 2- pg 82

      Ciao
      Stefano

      Elimina
  2. Grazie ,Stefano,
    per questo ulteriore bellissimo post. Un fungo molto interessante dai magnifici colori. Mi hai dato l’input per approfondire le mie conoscenze:
    Hygrocybe viola Geesink & Bas 1985
    Nome corrente: Chromosera viola (Geesink & Bas) Vizzini & Ercole 2012
    Sinonimi: Cuphophyllus viola (Geesink & Bas) M. Bon 1989
    Tra i testi in mio possesso è descritto in: Roberto Galli, 2014: Gli Igrofori Pagg. 128-129. Ed. Micologica – Milano
    Farò molta attenzione, durante le mie future passeggiate nei boschi, nella speranza, anche se remota vista la rarità, di poterlo incontrare e studiare da vicino.
    Mi complimento, ancora una volta, per il tuo interessantissimo blog che seguo ormai assiduamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i tuoi complimenti ma non dimentichiamoci di ringraziare la Natura per questi tesori nascosti.
      Ciao
      Stefano

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...