lunedì 17 ottobre 2016

Pionnotes cesatii

Pionnotes  cesatii  (Thum.) Sacc.

Stranezze imperfette.

                       Pionnotes cesatii     foto Lodovico Clementi
Sono queste le cose che mi fanno venir la voglia di scrivere per AppuntidiMicologia, nonostante la difficoltà che si incontra a spiegare un fenomeno complesso con parole semplici.

Il tutto si è manifestato a seguito di una tardiva potatura su un albero di kiwi (Actinidia chinensis) la primavera scorsa: una bellissima macchia arancione ha ricoperto una ferita della pianta da frutto.

Dopo una breve ricerca e con l'aiuto di Lucio, ecco nome e cognome di questa interessantissima entità fungina: Pionnotes cesatii.  

Sono funghi microscopici che colonizzano i tessuti conduttori delle piante e ne degradano cellulosa ed emicellulosa presentandosi come un ammasso, un groviglio mucillaginoso che può estendersi anche per 20-30 cm sui tronchi.

Dal punto di vista della Sistematica è un deuteromycetes, quindi per sua natura un fungo strano ed imperfetto. (qui potrete trovare una spiegazione abbastanza fluida)

Sono funghi a cui non è ancora stato dato un nome formale. Sicuramente l’analisi molecolare ed il DNA ci aiuteranno a capire e a trovarne la giusta collocazione tassonomica.

Pionnotes cesatii
eccezionalmente su Robinia pseudoacacia foto L. Ponzoni
Il nome della specie è dedicato al botanico milanese Vincenzo de Cesati (1806-1883) che studiò particolarmente la flora lombarda e fu direttore dell’Orto Botanico di Napoli.

Bello ed evidente, pare comunque che non sia un fungo patogeno per le piante, ma una probabile difesa. 

Ancora una volta la natura mi stupisce. 




Stefano Balestreri









Cita questa pagina:
Balestreri, S. (2016. Ottobre).Pionnotes cesatii Estratto da AppuntidiMicologia ©
http://www.appuntidimicologia.com/2016/10/pionnotes cesatii.html





2 commenti:

  1. Se non è patogeno ma è una difesa... ne applicherò un po' sul mio cervello, nella speranza che sia un buon ricostituente!!!
    Così ha detto mia moglie Caterina leggendo l'articolo.
    Roberto di Pavia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...